Consigli per il tuo giardino

PRIMAVERA:

La stagione vegetativa ricomincia e Tecnoverde vi ricorda i principali interventi per il vostro giardino:

- Per il tappeto erboso si consigliano trattamenti fitoregolatori così che l’erba rimanga verde e non cresca troppo velocemente per 4-6 settimane.
- A Marzo  sarebbe bene ultimare le concimazioni organo-minerali su alberi, arbusti e tappeti erbosi.
- Sempre in Primavera si semina e si sistemana il tappeto erboso in generale, si p
otano le eriche a fioritura invernale e si concimano Rododendri, Azalee e Camelie.
- Ad Aprile, entro la prima decade, si consigliano trattamenti per il controllo preventivo delle erbacce come il pabbio. In generale, tutto il mese è dedicato ad interventi di arieggiatura e concimazione dei tappeti erbosi.
- Si ricorda di completare le concimazioni di arbusti ed iniziare a distribuire prodotti che limitano e controllano la nascita dell’erba nelle aiuole con fiori ed arbusti.
- A Maggio si osservano le piante, i fiori e gli arbusti più deboli e deperiti per valutare una loro eliminazione.
- E’ il periodo più indicato per il controllo dei coleotteri.

- A Primavera inoltrata bisogna pensare ai trattamenti per il controllo delle malattie fungine (mal bianco, ticchiolatura, etc…) su rose e siepi.

ESTATE:

- Per un migliore controllo delle malerbe sui tappeti erbosi, si consiglia di eseguire un secondo trattamento preventivo.
- Una concimazione del tappeto erboso, con azoto (a lenta cessione) e potassio, mantiene un bel colore verde e rende l’erba piu’ resistente al caldo estivo.
- Agli inizi di Giugno, e’ bene cominciare i trattamenti con prodotti biologici per il controllo delle zanzare.
- A Luglio sarebbe bene ricordarsi di ripetere erbicidi preventivi per il controllo delle infestanti su tappeti erbosi e aiuole.
- Su rose e piante sensibili al mal bianco, si consiglia di proseguire con i trattamenti per non inficiare quanto fatto ad inizio stagione ed eventualmente iniziare con trattamenti fungicidi sui tappeti erbosi.
- Ad Agosto ovviamente le irrigazioni devono essere abbondanti ma intervallate da periodi di pausa.
AUTUNNO:
- Il periodo autunnale è particolarmente importante per il giardino, si consiglia quindi una cospiqua concimazione dei tappeti erbosi per la ripresa vegetativa ed eventualmente procedere con interventi di arieggiatura dei tappeti erbosi.

- Questo è il periodo in cui riprende il trapianto e la movimentazione di piante nel giardino.
- E’ un buon momento per intervenire su piante sofferenti, anche di grossa taglia, con concimazioni organo-minerali in profondità.
- Ad Ottobre sui tappeti erbosi eseguire gli ultimi interventi di rigenerazione e/o arieggiatura, non dimenticando la concimazione pre invernale ed eventuale calcinazione;
- Il periodo è particolarmente indicato per la messa a dimora di alberi, arbusti e fruttifere.

- Nel mese di Novembre sarà bene alleggerire la vegetazione delle piante sempreverdi con vegetazione molto folta per limitare rotture di branche in occasione di nevicate.
- Novembre è anche il periodo ideale per rinnovare le fioriture con viole e porre a dimora bulbose per la fioritura primaverile;

- Non si dimentichi che sui tappeti erbosi è ancora possibile fare concimazioni pre-invernali.

INVERNO: - Sfruttare questi periodi per potature di alberi ed arbusti, oltre che per concimazioni.

- Ci raccomandiamo di trattare bene le rose, soprattutto con sali di rame e concimate con prodotti organo-minerali.
- A Gennaio potare i rami secchi da alberi ed arbusti ed eseguire trattamenti anticrittogamici per il controllo preventivo delle malattie fungine sulle piante da frutta, ed insetticidi sugli agrumi al riparo per l’inverno.
- Ricordate di sciogliere il ghiaccio dai vialetti con solfato ammonico (concime azotato) evitando il Cloruro di sodio (sale usato sulle strade), i cui residui sono dannosissimi per le piante.

- Febbraio è un mese utile per ultimare le potature di piante fruttifere ed ornamentali.
- Eseguire i trattamenti fungicidi sulle piante da frutto ancora a riposo.
- Ridefinire aiuole e spazi di rispetto attorno gli arbusti e i tronchi delle piante, smuovendo il terreno e fertilizzandolo. In caso di pH del terreno basso eseguire una calcitazione sui tappeti erbosi.

Fonte: Archiverde.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...