Made in Italy ULIVO!

Nella vegetazione mediterranea , la pianta di Ulivo la fa da padrone. Vedere poi splendidi esemplari mescolati ai paesaggi italiani intrisi di cultura e poesia, è un regalo unico che la natura ci offre. In particolar modo la Sabina, territorio calcareo nei pressi di Roma, ospita ulivi da parecchi secoli. Si stima che nei pressi di Canneto Sabino l’Olivone  abbia circa tremila anni.

Si raccolgono i suoi frutti ancora oggi tra  novembre e dicembre e rigorosamente a mano per non danneggiare la  pianta. La pianta si trova nelle campagne e svetta tra le altre  dall’alto dei suoi 15 metri. E’ di oltre cinque metri e mezzo la  circonferenza del tronco, si presenta tozzo e nodoso, molto irregolare, com’è bello che sia.  Nella sua parte media la circonferenza arriva a 7,20 metri. Al suo  interno è presente una cavità che nel tempo va via via chiudendosi  grazie alle cure che hanno eliminato un fungo che ne pregiudicava la  salute. Ancora l’incavo riesce ad ospitare una persona di media  corporatura.

Sulla  sua età si parla di tremila anni, ma certo non meno di duemila, quanto  ai dati scientifici ed alle ricerche effettuate e successivamente  pubblicate.  La storia di questi luoghi e lo stretto legame dei popoli  che li abitarono, i Sabini appunto, parla di tradizioni agricole e  pastorali, ma anche di legami con la storia imperiale. Numa Pompilio  originario di Cures, città preromanica a pochi chilometri dal fiume  Corese, aumenta la fama di questi luoghi  di cui fu fondatore Sabo,  mitica figura divina.

Un’ ulteriore traccia storica riporta all’ottavo secolo in cui è  documentato che S. Tommaso di Morienna inizia nella zona limitrofa alla  badia una profonda opera di bonifica agraria, piantando nuovi ulivi. Nel  700 furono quindi piantati o innestati su olivastri già preesistenti  centinaia e centinaia di ulivi, forse tra questi ance l’ulivo di  Canneto. L’ulivone, oggi proprietà del Sig.Bertini produce tra i 7 e gli  8 quintali di olive. Sopravvissuto alla gelata del 1956 è, più di molte altre cose, una  memoria storica della tradizione e della vocazione olivicola non solo italiana ma anche  europea.

Fonte: http://www.ecoseven.net

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...